Nello_Musumeci_sicilia

“Al posto di raccogliere con preoccupazione le parole del procuratore distrettuale di Catania, si grida allo scandalo e si dimentica quale business ha rappresentato l’immigrazione e quante complicità, anche istituzionali, hanno favorito i mercanti della disperazione. Questa violenza radical-chic è davvero insopportabile e serve a tentare, peraltro invano, di impedire l’accertamento della verità sul ruolo di alcune Ong che, lucrando posizioni di rendita, hanno usato la stessa spregiudicatezza di qualche paladino dell’Antimafia”. Così Nello Musumeci, deputato regionale siciliano e componente della Commissione Antimafia dell’Ars è intervenuto sulle polemiche seguite all’intervista rilasciata al quotidiano La Stampa dal procuratore di Catania, Carmelo Zuccaro. “Voglio dire con chiarezza  che aiutare i disperati che scappano dalle guerre è un atto doveroso, ma dietro questa disperazione c’è amnche chi lucra denaro e consenso, non solo politico.  Abbiamo forse dimenticato cosa ha significato la gestione dei centri di accoglienza o, con lo stesso schema, la composizione delle commissioni per i richiedenti asilo? Anche a Catania c’è stato un vero sistema, che ha goduto di troppe coperture istituzionali. Ben vengano le parole del procuratore Zuccaro, al cui ufficio è affidata una delicatissima inchiesta i cui esiti vanno attesi con responsabilità”.

Share →